giovedì 11 agosto 2011

Rivoluzione a vapore

Il 16 luglio, presso l'AC Hotel di Genova, si è tenuto uno degli eventi più importanti degli ultimi anni nell'ambito delle avanguardie artistiche: l'inizio del Concilio InterAvanguardista, che durerà fino al 2015 toccando diverse tappe. Il Concilio è stato indetto dal MAV - Movimento d'Arte Vaporizzata, per discutere di diverse questioni che stanno diventando sempre più urgenti. E' stato incredibile osservare come tutti i presenti fossero d'accordo su determinate tematiche, in particolare l'opposizione al divismo e al mercantilismo artistico, come prefigurato dal Gruppo IDRA negli anni '70, e ribadito nel corso del concilio dall'ex-IDRA Giorgio Pedivella: "l'unica possibilità per far vivere ancora l'arte è vaporizzare l'arte stessa in una serie di azioni e attività al di fuori dei circuiti ufficiali". Questa presa di posizione, è stata e continuerà ad essere uno degli obiettivi centrali delle attività avanguardiste.
Riprendendo poi una sfida lanciata dai dadaisti berlinesi del secolo scorso, abbiamo constatato la necessità di portare avanti una protesta contro il culto del lavoro, che riduce l'essere umano alla sua funzione sociale (e NON lo nobilita affatto!).
Sempre restando in tema di vaporizzazione, ho voluto lanciare (e lo rifaccio qui) il mio appello per una dissoluzione delle definizioni di genere:

Ogni individuo costruisce la propria vita adagiandosi sui propri limiti. E questo non possiamo più accettarlo. Ognuno dei membri del MAV conosce bene il piacere che si prova nella vaporizzazione di una vecchia certezza divenuta un'ingombrante falsità. Questo è il processo igienico con il quale si compie un passo verso sè stessi. Ho iniziato ad avvicinarmi alla mia vera identità dopo aver vaporizzato in me ciò che restava del concetto di "genere". Ben inteso, non ne nego l'esistenza. Ma viviamo in un mondo fatto su misura di due sessi, e tutto ciò che si discosta da essi può rivelarsi al massimo una buona trovata per fare audience in tv. Per questo le popstar del terzo millennio saranno al di sopra dei generi universalmente riconosciuti: per lo sfizio di un pubblico annoiato, o per la sua destabilizzazione. E' quello che volete voi. Ed è quello che voglio io.

Laika Facsimile

Nessun commento:

Posta un commento

Guardoni Fissi